agenzia immobiliare in Diano Marina

i poteri extrasensoriali degli agenti immobiliari

Posted in consigli, il blog | 0 comments

i poteri extrasensoriali degli agenti immobiliari

Vi siete mai domandati come facciano gli agenti immobiliari
a sapere che volete vendere il vostro alloggio?
Ecco tre possibili risposte:
1. non lo sanno e vi chiamano a caso;
2. fregando un collega;
3. sono dotati di poteri extrasensoriali.

Di solito il punto uno è quello preferito dai franchising tipo Tecnocasa, Toscano, ecc…
E devo ammettere che li ammiro moltissimo per questa dedizione al lavoro.
In orari in cui io sono comodamente spaparanzata sul divano [come voi] loro, invece, sono stancamente accasciati su quella seggiola verde, gomiti sulla scrivania, penna nella mano destra, cornetta nella sinistra, cravattone d’ordinanza:
“Signora Abbiati? Buonasera, sono XXXX di Tecnocasa, ho saputo che nel suo palazzo vendono un appartamento… “
“Signora Abbiave? Buonasera, sono XXXX di Tecnocasa, ho saputo che nel suo palazzo vendono un appartamento… “
e così via, fino a quando un’anima gentile non confermerà che effettivamente sì, gli pareva di aver sentito dalla panettiera che il signor Truschi del secondo piano, forse, non sono sicura, bla, bla, bla…

Il punto due invece è il preferito dagli agenti immobiliari merda [franchising e non], ovvero quelli che riempiono la bocca e il sito [rigorosamente 1.0] della parola professionalità, mentre alla prima occasione fregano il collega contattando direttamente il venditore pur sapendo che esiste un incarico scritto o verbale con altra agenzia.
Questo genere di scorrettezza è molto diffusa perché è facile trovare nel proprietario dell’alloggio una persona disposta a sua volta ad imbrogliare, magari dietro alla promessa di uno sconto sulla parcella, oppure all’illusione di aver trovato nel nuovo agente immobiliare un mago Zurlì senza calzamaglia azzurra, in grado di soddisfare la sua esigenza primaria, ovvero vendere.

Il punto tre è rarissimo, ma se ne siete dotati, potrete divertivi a leggere quello che sto fortemente pensando dei colleghi di cui al punto due.

 

Se ti è piaciuto... condividilo!

Potrebbe anche interessarti:

Leave a Comment